MarinaReservation.com ha avuto il piacere di intervistare il Dott. Ungureanu, responsabile tecnico di Marine Research Ltd., una società con attività in zona e nei dintorni del Mar Nero, specializzato in acustica subacquea.

MR: Dr. Ungureanu, la preghiamo di raccontarci di più sulle nuove tecnologie disponibili per le misurazioni di profondità dell’acqua e come possono essere utili per la gestione di una marina.

Dr. Ungureanu: Prima di tutto, vorrei sottolineare che le tecnologie di cui sto per parlare, sono all’incirca abbastanza convenzionali. La novità consiste nello sviluppo, negli ultimi anni, di dispositivi più piccoli che possono gestire acque profonde e poco profonde. Parlo di indagini batimetriche, ma anche di altre applicazioni acustiche sottomarine. I sonar sono stati in circolazione per più di 60 anni, ma la tecnologia multibeam che ha preso il mercato della batimetria delle acque profonde negli anni ’80, è diventata abbastanza piccola da poter essere montata su gommoni o radiocomandati. Anche la risoluzione è aumentata fantasticamente, quindi in acque poco profonde come in una marina oltre alla profondità dell’acqua, sono visibili sulle registrazioni maggiori dettagli. E sto pensando ai detriti, ancore di ormeggio e lo stato di ancoraggio.

Interviu gigi 2

MR: Molti skipper hanno condiviso con me il loro interesse per i grafici di profondità dell’acqua di alta precisione. Ho un paio di amici la cui barca ha ottenuto alcuni gravi danni allo scafo dopo aver colpito alcune rocce a un miglio di distanza dalla costa, anche se hanno avuto l’ultima versione della mappa di navigazione.

Dr. Ungureanu: E ‘un peccato, ma le mappe sonar a singolo beam sono ancora spesso utilizzate per fare carte di navigazione. Non fraintendetemi, questo tipo di sonar è utile in termini di efficienza dei costi e per una veloce copertura dell’area e perfino le norme internazionali idrografici si fidano per le acque molto profonde, ma sulle zone costiere ci si può fidare solo delle mappe di copertura totale. Vi è un esempio NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration – Stati Uniti) che ve lo fornirò per aggiungerlo all’intervista. Come potete vedere, un indagine a single beam potrebbe perdere ostacoli importanti per la navigazione che si rivelano solo – utilizzando il sonar multi beam.

Interviu gigi 1

La fonte della fotografia: slideplayer.com

MR: ora vedo cosa vuole sottolineare.

Dr. Ungureanu: Consiglio assolutamente una copertura completa per piccole aree soprattutto perché i sonar moderni possono misurare una porzione di fondale in un solo passaggio che è anche 12 volte la profondità dell’acqua, in modo che il tempo di indagine è simile all’approccio classico. Inoltre, se si utilizza un sonar ad interferometria, esso può misurare fino alla linea di galleggiamento, e attraverso la rilevazione in tempo regolare abbraccia una copertura completa, possono essere monitorati il movimento dei sedimenti e i lavori di dragaggio. Per i lavori di dragaggio consiglio anche un analizzatore sismostratigrafico del sottofondo, che è un tipo diverso di sonar che indaga a fondo la struttura dei sedimenti. In questo modo possono essere monitorati i sedimenti di riempimento e duri e i fondali rocciosi sotto i sedimenti. Essi sono di particolare interesse in caso di estensione dell’ormeggio o nella costruzione di nuove marine. Per esempio, con questo metodo possono essere trovati oggetti sepolti come condotte e cavi. Per gli inventari dei porti lettiera vi consiglio di usare il sonar a scansione laterale, che è simile a scattare foto al fondale marino, ma usando il suono invece della luce a causa della visibilità ridotta dell’acqua.

Interviu gigi 3

MR: Mi potrebbe fornire un esempio di come e di ciò che si vede?

Dr. Ungureanu: Dipende dalla vostra applicazione. Per i porti lettiera o ancore di ormeggio è possibile ottenere l’esatta posizione, le dimensioni e l’immagine degli oggetti con una risoluzione fino a 1 centimetro. Se vi è la necessità di foto immagini, per le ispezioni video si possono utilizzare anche ROV di piccole taglie o robot subacquei. Dopo che avete questi dati è molto più facile inviare sub al lavoro o ad utilizzare altri metodi per rimuovere la lettiera.

MR: Dr. Ungureanu, vorrei ringraziarvi per il vostro tempo e la condivisione di queste informazioni con Marina Reservation.

Dr. Ungureanu: Il piacere è mio.